MARANELLO KART CON BUONI RISCONTRI  IN KZ2 ALLA 20. WINTER CUP
MARANELLO KART CON BUONI RISCONTRI  IN KZ2 ALLA 20. WINTER CUP
MARANELLO KART CON BUONI RISCONTRI  IN KZ2 ALLA 20. WINTER CUP
MARANELLO KART CON BUONI RISCONTRI  IN KZ2 ALLA 20. WINTER CUP
26/02/2015
MARANELLO KART CON BUONI RISCONTRI IN KZ2 ALLA 20. WINTER CUP

Dante si è inserito subito fra i più veloci, coì come Federer autore di un gran recupero nelle manches. Debutto positivo per il giovane Giannoni in KZ2.
Ottima la performance del telaio Maranello MK4 di nuova omologazione.

La 20. Winter Cup al South Garda Karting di Lonato del Garda si è rivelata particolarmente positiva per Maranello Kart, con una serie di indicazioni molto utili e la conferma della competitività del nuovo materiale della casa italiana per un inizio di stagione che lascia ben sperare.

A Lonato era presente anche l’ex pilota F1 Tonio Liuzzi, nelle vesti di nuovo testimonial Maranello Kart per un progetto di sviluppo del karting in Asia con il nuovo importatore asiatico Zen Motorsport.

In KZ2, con 68 concorrenti al via fra i più quotati al mondo, fra i piloti di Maranello Kart a brillare è stato subito Massimo Dante, autore di una spettacolare sessione di prove ufficiali dove il portacolori di Maranello Kart è riuscito a ottenere il 5. tempo assoluto ad appena due decimi dal poleman Flavio Camponeschi, poi vincitore assoluto dell’evento. Il campione europeo del 2011, Fabian Federer, in forza in questa occasione con Maranello Kart, ha iniziato il suo esordio con il 22.mo tempo, precedendo di poco il giovane 16enne Lorenzo Giannoni, che al debutto in KZ2 è riuscito a farsi valere con il 28. tempo a 5 decimi dalla pole.

Anche nelle manches sul bagnato Dante ha continuato ad esprimersi a livelli alti conquistando il settimo posto assoluto, inserendosi costantemente fra i primi. Di un bel recupero è stato autore anche Federer, risalendo bene fino alla decima posizione, mentre qui Giannoni sull’asfalto viscido ha dovuto “pagare” il suo apprendistato nella categoria con il cambio, con penalizzazioni di 30 secondi in due delle tre manches per la nuova e severa norma regolamentare che riguarda lo sganciamento dello spoiler anteriore a seguito di contatti in gara. Giannoni, partendo indietro, poi non ce l’ha fatta a superare lo scoglio della combattutissima e bagnata gara di repechage, ma il pilota toscano ha comunque dimostrato un’ottima competitività.

Per Massimo Dante e Fabian Federer il trend positivo purtroppo non è proseguito nella fase finale, complice soprattutto una serie di inconvenienti di gara capitati in Prefinale. Qui anche Dante ha subito la penalizzazione di 30 secondi per il musetto anteriore sganciatosi in un contatto, mentre Federer ha sofferto la bagarre della gara perdendo 19 posizioni. In Finale tutti e due i piloti sono stati poi costretti al ritiro, fra problemi ancora con gli spoiler e altri contatti che non hanno permesso ai due portacolori di Maranello Kart di proseguire ed emergere come avrebbero voluto.

Nella 20ma edizione di questa Winter Cup, a Maranello Kart per una serie di imprevisti è mancato alla fine solamente il risultato conclusivo di rilievo, ma le prestazioni fatte segnare dai suoi piloti in questa prima occasione dell’anno sono state molto interessanti, così come la performance del telaio MK4 di nuova omologazione affidato a Federer e la competitività ancora una volta dimostrata dal telaio RS10 con il quale ha corso Dante.

In KZ2 ha gareggiato anche il pilota spagnolo Gerard Cebrian Ariza, accompagnato dall’importatore di Maranello in Spagna, Faluga Racing, ma il pilota iberico nella gara di repechage è stato subito costretto al ritiro e non ha potuto disputare la fase finale.

In KF Junior a rappresentare Maranello Kart era presente anche il pilota norvegese Truls Larsen, assistito dal Team KCL Racing, alla sua prima competizione internazionale, ma anche questi nella gara di repechage ha dovuto ritirarsi al secondo giro dopo aver ottenuto buoni risultati nelle combattutissime manches.

Questo il commento di Luca Iannaccone, responsabile Maranello Kart: “Il weekend è stato abbastanza positivo sotto certi punti di vista perché ha visto Dante fino alle manches di sabato andare molto bene nel confronto con piloti molto quotati di livello internazionale. Nella fase finale di domenica, a causa anche di un po’ di sfortuna, Dante ha perso posizioni fino a doversi ritirare. Anche per Federer vale lo stesso discorso, ha spinto bene fino al sabato, mentre domenica per un tamponamento e per un ulteriore problema allo spoiler si è ritrovato nelle retrovie. Il materiale ha risposto molto bene, abbiamo avuto Fabian Federer che ha corso sempre con il telaio di nuova omologazione MK4, sul quale puntiamo molto quest’anno, mentre Massimo Dante ha continuato a sviluppare il modello RS10 dello scorso anno che continua ad essere un buon prodotto di riferimento per la categoria. Lorenzo Giannoni è stata la novità di questa gara. Al debutto in KZ2 si è dovuto confrontare sull’asfalto bagnato con i migliori della categoria, gli manca ancora di un po’ di esperienza ma si è difeso molto bene. Anche per lui è stato comunque un weekend positivo.

Ufficio Stampa
Maranello Kart
26.02.2015
www.maranellokart.com

Gallery  

prossime gare  

Rivenditori